}

giovedì 14 giugno 2018

Recensione - L'abbraccio Perfetto - di Kempes Astolfi


Titolo: L’abbraccio perfetto
Autore: Kempes Astolfi
Editore: Prospettiva Editrice
Data di pubblicazione: 6 dicembre 2013


“Non tentare di Cambiarmi. Non tentare di Seguirmi.

Non tentare di Plasmarmi. Puoi solo tentare di Capirmi.

Le idee salveranno il Mondo. Sempre.

Ogni tuo gesto, se lo vuoi, se te ne accorgi,

è una danza in simbiosi col mondo che ti circonda.
Mi pare strano. Anche perché un uomo così non esiste.”

Può un legame temporaneo rimanere per sempre nelle menti delle persone? È il momento da vivere fuori dagli schemi, che regala emozioni uniche. Il Mondo cambia ad una velocità vertiginosa e le persone cambiano di conseguenza. Cosa c’è di meglio di una serata in cui il tuo incontro rimane perfetto, impeccabile?
Una persona ha fatto una scelta unica, figlia del coraggio: lanciare un segnale dai profondi valori in una società che accoglie sempre più la superficialità tra le proprie fila e la contestualizza come normalità.
Come può un uomo rendere indimenticabile un banale primo approccio? Una giornalista caduta nella tela del ragno indaga su qualcosa di prevedibile, che scopre diventare incredibile sotto i suoi occhi.
Mistero, fascino, attrazione, azione, imprevisti. Una catena di eventi sfiderà il Destino: nulla accade per caso.
Nulla accade, se non all’insegna di un uomo, che non ha un nome: J.


Recensione


Avete presente quando leggendo una storia sentite di essere in qualche modo connesse con l’autore e i suoi personaggi? Beh a me succede in continuazione con questo autore. Ora non vedo l’ora che esca un suo prossimo libro credetemi!!!
Dopo aver letto “La donna che annusava le librerie” mi viene naturale fare un confronto con gli altri libri di questo autore, si anche stavolta non mi ha delusa ma anzi fatta emozionare, ma “La donna che annusava le librerie” resta sempre il mio preferito.
Detto questo ora vi parlo dell’Abbraccio perfetto, cos’è per voi un abbraccio? Secondo me questo gesto è molto sottovalutato e dato per scontato, per me è molto importante, in un piccolo gesto si possono racchiudere mille emozioni, stati d’animo e spesso è molto più significativo o meglio trasmette più di mille parole.

" Lui mi ha dato una luce, mi ha detto che esisto ancora per il mondo!
Mi ha fatto sentire di nuovo importante e viva!
Sapeva cosa dire e come dirlo!
In quel momento era l'uomo più sicuro del mondo per come si muoveva, per come agiva, per come pensava!
E non chiedo altro che sicurezza nella mia vita. "

In un abbraccio possiamo trovare conforto, amore, protezione, forza, speranza…. Questo è tutto quello che il protagonista di questa storia, cerca di fare e dare, certo sembra assolutamente irreale e un po’ strampalato soprattutto se pensiamo al mondo di oggi e a tutta la superficialità che ci circonda, ma se siete sognatrici romantiche come me, beh tutto questo è reale e vi farà viaggiare per il mondo alla ricerca di J e della sua missione di speranza.


Anche in questa storia Kempes ci fa viaggiare per il mondo portandoci dietro semplicemente le nostre emozioni, i nostri pensieri e lasciandoci in balia delle nostre speranze e dei nostri più intimi segreti.

" Tutto quello che desideri
e che non hai
si trova ad un passo da te,
al di là della paura"

Ci fa riflettere, ci fa vedere con il suo modo semplice ma intenso al di là della realtà quotidiana, i suoi libri sono sempre leggeri, fantasiosi ma nascondono sempre un grande messaggio. Questo è quello che amo di più di questo autore, fa sembrare tutto così semplice e a portata di mano da spingere chi legge (o almeno questo è quello che da a me) a credere, e ad avere più fiducia in sé e negli altri.
Insomma che altro dirvi, l’autore così come le sue storie meritano di essere lette e conosciute.
Alla prossima Emanuela.
 

E se mai vi capiterà di incontrarmi,
abbracciatemi….




                                                                   

Nessun commento: