}

martedì 19 giugno 2018

Presentazione - Fino all'ultimo respiro - di Rhoma G.


Titolo: Fino all'ultimo respiro.
Genere: Romantico, autoconclusivo.
Formato: Ebook
Prezzo: 2,99


Sinossi

È   il   destino   che   decide   il   corso   della   vita?   Oppure   siamo   noi   che   con   le   nostre decisioni lo influenziamo?
È l’alba di un nuovo giorno quando Regina prende una scorciatoia per raggiungere più   in   fretta   il   villaggio   di  Andrina,   e   così   si   imbatte   in   qualcosa   di   imprevisto   e
inimmaginabile.
Misha entra nella sua vita.
“A volte vorrei non amare al punto da sacrificare tutto. Ma...        
amo e non esiste altra ragione al mondo per cui valga la pena mettere in gioco se stessi.
Continuo  a ripetermi che di sogni  non si vive, ma sono  l’unico espediente che  mi tiene a galla.
Ogni   tanto   mi   capita   di   sognare   il   mio   soldato   dagli   occhi   scuri.   «Sono   venuto   a prenderti.»   dice   prima   di   avvolgermi   in   un   abbraccio   carico   di   promesse.   Poi   mi
sveglio, gli occhi pieni di lacrime e il cuore vuoto.
Lui non verrà a portarmi via.”
Ma, il destino ha già deciso.
“Non sarà per mano mia, non so quando, ma so perché.
Presto   o   tardi   ci   rimetterò   le   penne,   magari   sarò   io   stesso   ad   andare   incontro   alla morte e finalmente avrò il riposo che agogno da tanto tempo.
Il sonno del guerriero.
Ho trentacinque anni, eppure avverto la sensazione di aver vissuto cento vite e che ogni giorno duri un’eternità.
Mi guardo indietro e scorgo la scia di sangue che ho lasciato durante questi anni. Non sono un senzadio, sono un soldato, e prima che alla legge divina devo obbedienza all’esercito che ho giurato di servire.
Mi guardo indietro e vedo il viso dell’Angelo che mi ha tenuto aggrappato a questa esistenza. Nonostante tutto, vale la pena vivere se ho la speranza di rincontrarla.”
Nella radura dove il silenzio è tornato a imperare, Regina appare dal nulla e salva la vita di Misha, poi scompare. A distanza di mesi, a causa dell’ineluttabile disegno del fato, i due si ritrovano e stavolta toccherà al soldato difendere la vita del suo angelo a
costo   di   sacrificare   la   sua.   Del   resto   è   questo   che   fanno   gli   uomini   come   lui: proteggono gli innocenti.






Estratto

Anni fa, una vecchia saggia mi ha detto che l’amore è una strega abile nello scoccare incantesimi e straordinaria nell’infliggere maledizioni. “Fai attenzione, figlia mia, quando sentirai il vento cambiare preparati, la tormenta è nell’aria. Isola la mente, proteggi il corpo, nascondi il cuore dove tu stessa faticherai a ritrovarlo.”
Ed io l’ho fatto.
La prima volta che sono stata con Dimitri ho lasciato la mente fuori dalla porta, ho indossato un’armatura e gettato il cuore dentro a un pozzo, profondo quanto profonda è stata la mia disperazione quella notte.
Poi, in un mattino senza sole, come un bagliore dal cielo sei apparso tu, il figlio di una stella rossa, e hai infranto le mie certezze.
Sono giunta da te per caso, eppure sapevo benissimo dove trovarti, un bambino bisognoso di cure, un cucciolo smarrito nella foresta. Ti sono stata vicino, ti ho infuso coraggio e ti ho tenuto al caldo quando intorno a noi c’erano soltanto silenzio, tragedia e gelo.
E tu hai pianto e le tue lacrime hanno piantato un seme dentro di me. Giorno dopo giorno, dal seme è germogliato il mio amore. A nulla sono valsi la porta chiusa, l’armatura e il cuore in fondo al pozzo, ti ho amato fin da quel momento, anche se non lo sapevo, anche se non lo volevo.
Quando ti ho rivisto ho capito.
L’emozione nella gola ha spezzato gli indugi e rotto le catene con cui ho asservito me stessa. Lo scorrere del tempo mi è parso una buona cosa, l’amaro dolce e l’ombra luce. Mi hai stretta nel tuo abbraccio ed io non ho avuto più freddo, anche se mi sono ritrovata nuda, esposta alle intemperie e impreparata a ciò che avresti rappresentato da lì a poche ore.
La vecchia saggia mi ha avvisato: la tormenta è arrivata con i suoi venti del Nord e le nevicate che accecano e ghiacciano, ed io sono stata accecata dal tuo sorriso radioso, dalle scintille nei tuoi occhi, dalla forza delle tue mani grandi. Ho lasciato aperta la porta, smesso l’armatura e il cuore è sbucato fuori dal pozzo per riprendere il suo posto nel petto.
Tu sei forte, amore mio, io lo sembro soltanto.
È stata un’illusione, un fatale errore.
Ho scordato chi sono, cosa ho fatto. Per qualche tempo sono stata il tuo Angelo della Taiga e tu il mio Soldato. E ora che l’irrimediabile è accaduto fra noi, non so come chiudere la porta, rientrare nell’armatura e strapparmi il cuore dal petto.
  


Altre pubblicazioni
•Cygnus - Self Publishing (autoconclusivo)
•Il Santo - Self Publishing (autoconclusivo)


- Collana Tempeste:
•L’uragano dentro me - edito da Tre60 (autoconclusivo)
•Come vento d'inverno - Self Publishing (autoconclusivo)


- Serie Bittersweet:
•1 - Bittersweet, qualcuno come te - edito da Silele Edizioni
•2 - Stardust, qualcuno come me - Self Publishing
•3 - Never Ends, nessuno come noi - Self Publishing

Nota biografica

Rhoma G. ha cominciato a scrivere racconti all’età di tredici anni, e sebbene la vita l’abbia poi indirizzata da tutt’altra parte, non ha mai messo di coltivare il sogno di diventare scrittrice. Divoratrice di libri e scrittrice per passione, considera la lettura il mezzo per vivere tante avventure diverse, e la scrittura il tramite tra il mondo reale e i personaggi creati dalla sua fervida immaginazione. Vive col marito in una città di mare, ama viaggiare e nutre una smodata passione per i film di Hitchcock.


                                                                      

1 commento:

Anonimo ha detto...

Grazie mille per la presentazione!
Rhoma G.