}

mercoledì 30 maggio 2018

Recensione - Il Re scozzese - di Penelope Sky


Titolo: Il Re Scozzese
Autore: Penelope Sky
Genere: Dark   Romance contemporaneo
Pagine: 244


Sinossi                                                                                                                         
Joseph Ingram ha commesso l’errore di derubarmi. Quattro milioni di dollari. Si è appropriato di mie informazioni segrete senza pagarle illudendosi di farla franca. Peggio per lui. Ora sarò io a impadronirmi di qualcosa che gli appartiene. Qualcosa di prezioso e insostituibile. Sua sorella. Danni collaterali. Ma anche quando Joseph mi offrirà il doppio del denaro che mi deve, io non cederò. No. Devo difendere la mia reputazione. La terrò con me. Non rinuncerò a lei.

Recensione

 Crewe nobile scozzese, uomo d’affari potente e spietato è stato tradito da Joseph, che gli ha sottratto informazioni per un valore di quattro milioni di dollari. Joseph lo ha sottovalutato e la vendetta di Crewe sarà spietata. Uccidere Joseph sarebbe troppo facile, nemmeno il denaro interessa a Crewe, perché il suo obbiettivo è la vendetta. Essa consiste nel rapire e vendere come schiava sessuale London, sorella di Joseph, in questo modo ogni giorno di vita sarebbe stata una tortura per entrambi i fratelli.  Crewe però ha sottovalutato London e il suo carattere forte e determinato, lei non si lascia intimorire dalla situazione anzi.. nel momento in cui Crewe si presenta come il suo padrone , la sua risposta è

“Non me ne frega niente di chi tu sia. Non sei il mio padrone. Nessuno può possedermi “.

Questo suo carattere coraggioso, la sua ostilità e il suo orgoglio in una situazione in cui sarebbe stato più facile lasciarsi andare alla disperazione, le fanno guadagnare il rispetto di Crewe.  Tra i due inizia una sfida continua per il controllo e il dominio, nonostante London sia prigioniera non si arrende e non si fa sottomettere, cosa che intriga ed eccita Crewe fuori misura. Da questi atteggiamenti nasce tra di loro un’attrazione fisica che porta entrambi ad un desiderio e una passione che faticano a controllare. Tutto questo mette in discussione il progetto di vendetta di Crewe e la voglia di fuggire di London.              
Crewe rinuncerà alla sua vendetta, per amore di London? E London riuscirà a fuggire e tornare in America per riprendere la sua vita o rimarrà al fianco di Crewe per sempre?                                                                                            
Ho trovato questo libro molto coinvolgente, una volta iniziato è impossibile lasciarlo, i sentimenti dei personaggi sono descritti accuratamente, la passione che si scatena tra i due è travolgente e a volte palpabile.

 " Ti piace ciò che vedi?"                                                                                                                           
Non mi diedi la pena di mentire. Era ovvio che ero attratta da lui.

Sono ricchi di dettagli anche l’ambientazione e il castello, mi è parso di passeggiare tra le stanze del castello, di vederne le pareti e l’arredo.                                                                                                                    
London giovane studentessa americana, intelligente, orgogliosa, forte e determinata, che non si fa controllare facilmente.                                                                                                                           Crewe un maschio alfa, abituato ad avere il controllo su tutto, un uomo privo di sentimenti e spietato. Quando inizia la loro convivenza forzata, lui non riesce ad essere malvagio con lei, in qualche modo London riesce a far emergere la parte empatica in lui, rendendolo meno oscuro.                                                                    
Ben realizzato anche l’intreccio con i protagonisti della serie dei Bottoni, finale in sospeso che incuriosisce e spinge il lettore e proseguire la lettura.
Consiglio questo libro per gli amanti di questo genere.
Alla prossima lettura, Pia.



                                                                          

Nessun commento: