lunedì 5 giugno 2017

SEGNALAZIONE- IO CON TE - VERA DELLA NOTTE

Guardate un pò qui,questa settimana uscirà questa nuova storia,un tocco di erotico e l'intrigo di segreti che vengono a galla , stuzzica la curiosità,che dite?restate in attesa  vi avviserò dell'uscita,mettendovi il link di amazon....






Trama


Marco e Arianna sono due affermati professionisti. Lui gestisce uno studio medico dove fa lo psicologo; lei lavora come sua dipendente, sempre in veste di psicologa. A unirli però, non c’è solo il lavoro. Tra loro infatti è forte la tensione sessuale, che sfocia in un primo rapporto passionale, che poi si sviluppa in una serie di “giochi erotici” sempre più spinti. Tutto cambia, però, quando ad Arianna viene proposto di lavorare come terapista esterna presso un noto ospedale psichiatrico. Il destino vuole che le sia affidata come paziente Nora, una giovane donna abusata dal patrigno e rinchiusa da anni nella struttura. Nora, infatti, dopo la violenza subita si è vendicata appiccando un incendio nella casa al mare dove perdono la vita, come tragica conseguenza, sua madre e il suo patrigno.
Arianna finisce così per scoprire che Nora è la sorella di Marco. Decide di parlarne col suo amante, che però reagisce con rabbia e freddezza, arrivando a licenziarla e a voler chiudere i rapporti con lei. Ferito e amareggiato, Marco si chiude sempre più in se stesso, concentrandosi solo sul lavoro e sul suo ruolo di professionista impeccabile. Col tempo, però, capisce il suo errore. Un errore che gli ha strappato l’unica donna che sia mai riuscita a entrargli nel cuore.

Estratto :


«Marco insomma quello che facciamo è immorale e…»
«Immorale?»
«Sì… beh…»
«Immorale è tutto quello che non facciamo per piacere agli altri. Arianna, immorale sei tu quando reprimi i tuoi istinti, immorale… Dannazione Arianna! Noi stiamo bene insieme.»
«Appunto stiamo bene insieme. Ma non stiamo assieme, non siamo niente.»
«Questo tuo modo di pensare mi ferisce.»
«Spogliati» le aveva detto alzandosi dalla poltrona su cui era seduto, la scrivania rimaneva l’unico mezzo a dividerli.
Lei aveva deglutito, poi guardandosi attorno ingenuamente gli aveva domandato: «Qui?»
«E dove?» gli aveva risposto lui sorridendole. «Vuoi che vada fuori?»
Si era creato un gioco particolare che aveva eccitato entrambi. Lei aveva assunto un’aria timida e imbarazzata, lui da stronzo. Arianna si era così tolta la maglia e subito dopo i pantaloni che la fasciavano come una seconda pelle. Era rimasta con un completino intimo color glicine, le guance le si erano colorate di rosso e quel particolare pareva aver eccitato l’uomo. A Marco piacevano le donne che sapevano ancora arrossire.
Le aveva girato attorno con fare sicuro, l’aveva ammirata e guardata. Sotto quello sguardo scrutatore Arianna aveva sentito un insolito calore pervaderle il corpo. Quello era il loro secondo incontro dopo il convegno e tutto era stato così piacevolmente erotico.
«Bene Arianna, vedo che sei in splendida forma» le aveva detto sfiorandole l’addome. Quel contatto l’aveva fatta arrossire ancora di più.
«Se lo dici tu» aveva sorriso ingenuamente. «Posso rivestirmi ora?» gli aveva domandato imbarazzata.
«Perché abbassi lo sguardo?» le aveva chiesto raggiungendo la poltrona su cui era stato seduto fino a poco prima.

Curiosiii???vi tocca proprio aspettare,ma non temete l'uscita è più vicina di quanto pensiate!😉


Nessun commento: