martedì 13 giugno 2017

RUBRICA - SCRITTORI EMERGENTI-


A cura di Pia Sella...


Oggi  vi presentiamo Andrea Mauri .
Vive e lavora a Roma,

si avvicina al mondo della scrittura durante l’università. Inizia a collaborare come giornalista per quotidiani, riviste ed emittenti radiofoniche, occupandosi di temi legati al sociale, al turismo e al tempo libero.
Dal 1995 svolge attività di redattore in Rai nelle produzioni di Raiuno, Raitre e Rai Educazione. Alla passione per la parola, affianca quella per le immagini lavorando attualmente nell’archivio storico dell’azienda.
A un certo punto decide che il piacere di scrivere, fine a se stesso, non lo soddisfa più. Nel 2013 si iscrive alla scuola di scrittura “Omero” di Enrico Valenzi e Paolo Restuccia. Frequenta i tre livelli di insegnamento e le full immersion organizzate dalla scuola. Mescola la tecnica alla passione.
Comincia a pubblicare racconti in antologie curate da Nottetempo, 80144 Edizioni,Ensemble Edizioni, Edizioni Progetto Cultura, Algra Editore,  Ellera Edizioni, Fara Editore, Historica Edizioni, Lunanera Edizioni, , oltre a blog letterari (Svolgimento, Squadernauti, Words Social Forum) e riviste (Carie).
Nel 2016 pubblica il romanzo d’esordio “mickeymouse03” per Alter Ego Edizioni,                   un libro che parla della difficoltà di vivere liberamente l’omosessualità . Ha  quasi completato una raccolta di racconti sul tema del contagio (fisico e psichico), oltre a un romanzo epistolare in cui un figlio confessa alla madre l'omosessualità, ma anche tutto quello che nel loro rapporto non è mai stato detto.
Come si può notare all’autore sta molto a cuore quest’argomento, spesso chi vive questo orientamento sessuale è gravato   dalle  difficoltà e dalle limitazioni in una società che non è cosi aperta come si vuol far credere. 

Michele (mickeymouse03) conosce in chat Francesco (itagnolo75). Tra una chiacchierata e l’altra, davanti a un monitor, i due ragazzi si innamorano. Una sera Francesco confessa a Michele di essere un prete. Gli racconta un’esistenza inquieta fatta di fughe e pentimenti e la fatica di amare perché ai preti è vietato. Col crescere dell’intimità, Francesco riversa su Michele il fallimento di una vita nascosta nella religione per oscurare la sua omosessualità. Michele lo spinge ad abbandonare il clero, vuole una storia d’amore alla luce del sole. È stanco di nascondersi. Lo ha fatto per i lunghi e difficili anni vissuti in famiglia, alle prese con Sergio, il fratello omofobo, e con una madre che ha deciso di non conoscerlo veramente a fondo. Michele lotta così tra l’istinto di escludere il fratello dalla sua vita e il desiderio di renderlo partecipe dei suoi sentimenti. Questo rapporto ambiguo con Sergio si insinua nella relazione instabile tra Michele e Francesco e ne sconvolge gli equilibri, trascinando gli eventi a una svolta drammatica che segnerà il destino dei protagonisti del romanzo.


Toilet è un'antologia di racconti tra i più coinvolgenti, emozionanti, intensi e sorprendenti selezionati dalla nostra casa editrice negli ultimi anni. Una pubblicazione pensata provocatoriamente per essere letta nella comodità del bagno, in cui, per ciascun racconto, è indicato il tempo previsto in minuti di lettura. A oggi Toilet, in libreria e in formato ebook, è una testata che propone con continuità una formula che coniuga diversi stili di scrittura e i più diversi generi letterari. Toilet ha ospitato i racconti di oltre duecentocinquanta autori, tra scrittori affermati e talenti emergenti, con il preciso e dichiarato obiettivo di scoprire e lanciare giovani, aspiranti narratori e di proporre e sostenere la lettura in formato racconto.


Trenta anni fa l'Italia venne collegata per la prima volta a internet. Quindici anni fa, nell'inverno 2001, nasceva il premio letterario Racconti nella Rete®, rivolto agli autori esordienti che potevano pubblicare, condividere e commentare i loro lavori sul web.
Ogni anno è sempre un’emozione nuova poter sfogliare i venticinque racconti vincitori del premio, inseriti in questa antologia. Migliaia di parole, studiate, pensate, sofferte che rappresentano la meritata ricompensa al lavoro instancabile di Demetrio Brandi, appassionato ideatore del Premio.I venticinque  racconti di quest’anno, con le loro storie immaginarie e nello stesso tempo reali, offrono al lettore un’esperienza unica e preziosa: aiutano a pensare intrattenendo.
Molti racconti affrontano temi simili, ma gli stili e i punti di vista sono talmente diversi da trasformare la raccolta  in una sorta di magica piazza dove mondi diversi possono incontrarsi e ricordare al lettore che, come diceva Vinicius de Moraes, “la vita è l’arte dell’incontro e incontrarsi è il solo modo di sopravvivere”.
Eccovi altri link per conoscere meglio questo autore:

Nessun commento: