mercoledì 21 giugno 2017

GIORNATA INTERVISTA - ZENO IL BIBLIOTECARIO

Oggi vi presento il Bibliotecario del mio paese d'adozione, che si è prestato molto gentilmente a questa mia intervista. Conosciamolo un pò....

Per questa intervista ho pensato di non riportare le domande, perchè mi è piaciuto il suo modo di raccontarsi e credo piacerà anche a voi!






Ho 48 anni, sono bresciano, ho studiato al liceo scientifico Copernico di Brescia e mi sono specializzato in biblioteconomia alla Scuola per bibliotecari dello IAL-CISL di Brescia. Oltre alla lettura amo la pittura e il cinema. Ho l'hobby della fotografia. Soprattutto mi piace fotografare spettacoli teatrali e di danza, ma anche concerti e performance. Mi piace il computer e adoro tutti gli animali, ma specialmente i cani e i gatti.

Sono un bibliotecario dal 1993, dopo gli studi è sempre stato il mio lavoro. Fino all'inizio del 1997 ho lavorato per una cooperativa di Brescia, poi ho vinto il concorso a Trenzano e dal 1997 sono impiegato qui. Ho iniziato a frequentare la biblioteca all'incirca verso i 12 anni (prima mia madre non me lo permetteva perché c'erano circa tre chilometri da fare in bicicletta sulla statale) e quando dopo la maturità ho visto l'avviso per il corso è stato abbastanza naturale pensare di provarci.

Incontrare le persone e confrontarsi, conoscere sempre nuovi aspetti della vita e della conoscenza sono certamente le cose che più mi piacciono del mio lavoro. La parte noiosa è sicuramente la continua necessità di riordinare, spostare, stampare liste...

Vista la scarsa disponibilità di posti di lavoro nel pubblico negli ultimi anni non sono più stati attivati corsi specifici di formazione. Molte facoltà di lettere comprendono nel piano studi vari esami di biblioteconomia. Direi che al giorno d'oggi una laurea, la capacità di relazionarsi con tutti  e una buona conoscenza dell'informatica sono indispensabili per districarsi nel nostro lavoro, ma trovare posto non è affatto facile.
Il mio sogno sarebbe, aprire un locale di fascino e atmosfera, un ibrido fra libreria e ristorante, con una buona cucina, un grande giardino, musica dal vivo e libri molto selezionati, probabilmente di un solo genere o tipo.

Sono un discreto lettore di saggi,  ma amo soprattutto la letteratura di lingua inglese, che spesso leggo anche in originale. I miei autori preferiti sono tantissimi! Non posso dimenticare fra gli altri John Steinbeck, Ian McEwan, Tom Robbins, anche se il mio “babbo spirituale” è e resterà sempre Kurt Vonnegut Jr. Fra gli italiani Stefano Benni, Sandro Veronesi, Cesare Pavese... impossibile ricordarli tutti.

“L'esempio è meglio di ogni altra iniziativa o discorso. Leggere per fare leggere.”

“Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo.” Lev Tolstoj, Anna Karenina


“Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere” Daniel Pennac, Come un romanzo

Nessun commento: