venerdì 19 maggio 2017

RECENSIONE-INCANTO E DISPERAZIONE,LA LEGGENDA DI NINFA-MONICA MARATTA

Oggi Laura vi racconterà attraverso alcune recensioni le letture che l'hanno accompagnata nell'ultimo periodo.Per prima vi presenta questa lettura,eccola...




INCANTO E DISPERAZIONE,La leggenda di Ninfa
MONICA MARATTA
GENERE:NARRATIVA
PAGINE:63


TRAMA

Liberamente tratto da un’antica leggenda medievale della cittadina di Ninfa. La giovane figlia del feudatario e il nobile Martino s’innamorano perdutamente ma solo chi aiuterà il duca Pietro a sconfiggere la palude che ammorba il suo regno potrà prenderla in sposa. La felicità di Ninfa non è importante come il tentativo di salvare l’onore della parola data. Tra intrighi, violenze e passioni due giovani lottano per il loro amore.


Ecco cosa ci racconta Laura...


Eccomi dopo aver finito un'altro libro (sono brava in questo periodo eh! dovete ringraziare mia figlia che la notte non dorme e quindi io per evitare di buttarmi dalla finestra - abito al piano terra - mi metto a leggere) ok ok sto perdendo di nuovo la tramontana e invece che recensire sto per raccontarVi la mia vita quindi meglio che mi fermo e mi metto a recensire...
Cosa dire se non che mi sono persa fra le pagine di questo libro? sarò stato che ero stanca, era notte...o forse semplicemente le parole sono scritte talmente bene che una dietro l'altra ti entrano in testa e in men che non si dica ti ritrovi a metà libro...vero che il libro non è lunghissimo (e ammetto che mi è spiaciuto un sacco dover lasciare Ninfa, Martino e Beatrice che anche se ha un ruolo secondario mi è rimasta subito simpatica)chissà se potrà mai esserci un seguito...io nel mio piccolo e umile pensiero ci spero...non si sa mai...
Ho scelto questo libro leggendo le prime tre righe della trama ed ecco quali parole mi hanno fatto decidere che sarebbe stato LUI il mio prossimo libro: ANTICA - LEGGENDA - MEDIEVALE
Il perchè è molto semplice...tutto ciò che è antico mi affascina...tutto ciò che è leggenda mi fa sognare...e il medioevo è uno dei miei periodi storici preferiti (anche se ammetto che mi piacciono un po' tutti)
Ho amato questo libro da subito...le descrizioni dettagliate degli ambienti e dei vestiti mi hanno permesso quasi di poter sentire, vedere e toccare quello che leggevo...i personaggi mi sono arrivati subito con la loro personalità...la delicata, dolce ma determinata Ninfa, Martino che all'inizio si è presentato ai miei occhi come un uomo spavaldo si è trasformato poi nell'uomo innamorato e premuroso...Moro che impersona l'arrivismo, la malvagità e tutto ciò che di più brutto  ci puo' essere...Edea che fin da subito mi ha trasmesso un mix di sensazioni tra antipatia e dispiacere per la sua condizione...e Beatrice che, ripeto, nonostante nel libro sia un personaggio secondario, mi ha colpita e mi è stata subito simpatica...
Amo questo genere di libri dove l'amore e la passione si riescono a rivivere con un po' di riserbo...non amo i romanzi rosa a meno che questi non siano ben omologati in una storia, ambiente e contesto...ammetto di restare sempre piacevolmente sorpresa quando qualcuno riesce ancora a descrivere l'amore a la passione con la delicatezza di un fiore senza franare nel volgare (che non equivale ad erotico anzi) e questo libro ci è riuscito...una carezza che fa arrivare mille emozioni! cosa volete di più?
Ammetto che su alcune cose del finale mi sarei aspettata un maggior approfondimento (non vi dico su cosa altrimenti vi tolgo il gusto di leggerlo) ma questo mi lascia illusione che un giorno ci sia un seguito...e se così fosse non vedo l'ora di leggerlo!

Buona Lettura
StrambaMamma


            VOTO 💗💗💗💗 su 5

Nessun commento: