venerdì 19 maggio 2017

RECENSIONE-CHESAPEAK_BAY-DI EMILIANO GAMBELLI

Oggi vi dò il buongiorno raccontandovi le mie impressioni su questa mia ultima lettura,Chesapeak_bay di Emiliano Gambelli,un esordiente di cui sentirete parlare presto anche nella nuova rubrica del blog dedicata agli scrittori emergenti ,dove si presenterà un pò,ma nn vi anticipo altro,quindi iniziate da qui...



CHESAPEAK_BAY
EMILIANO GAMBELLI
GENERE:THRILLER
PAGINE:120


TRAMA

 Leroy Holland ha quasi trent'anni e si è trasferito a Virginia Beach in seguito alla rottura della relazione con Dana, lasciando New York, sua mamma e la casa nella quale è cresciuto. La causa di tale rovinoso epilogo? Una pesantissima corona di corna posta sul capo del povero Leroy dalla sua dolce metà e dal migliore amico di lui, Robert. A dare una piega ancora più insolita alla vita del giovane è Andy, un abbondante collega, poi amico, di appena cento chili di morbidezza. Con lui Leroy percorrerà strade inesplorate - come mettere piede per la prima volta in una palestra, o frequentare un corso di balli caraibici - fino al giorno in cui i due si troveranno a condividere un'esperienza ai limiti dell'inverosimile e dai risvolti inaspettati, che li porterà a diventare i protagonisti di un'avventura paradossale.


RECENSIONE

"Per me la vita non è una sola ma all'interno di essa ne viviamo molte.Non parlo di reincarnazione ma di più esistenze racchiuse in una sola.Siamo in continuo divenire,cambiamo noi,cambia il nostro contorno eppure conserviamo di ogni momento una reminescenza.Un amore,un amico,un oggetto.Lo guardiamo e ci ricordiamo di qualcosa e sebbene spesse volte i nostri ricordi siano confusi,opachi,i miei hanno perfino un profumo."


Da dove iniziare,beh è il primo libro che leggo di questo autore e sicuramente non sarà l'ultimo,il suo modo di scrivere mi è piaciuto molto,io solitamente non leggo thriller ma non perchè non mi piacciano ma semplicemente perchè da inguaribile romantica tendo sempre a restare(a volte sbagliando)su un certo tipo di genere,fantastico e romantico.Detto questo,vi devo dire che Emiliano mi ha saputo trascinare con questa storia,soprattutto per il modo ironico e a volte irriverente nel proporre i suoi personaggi,ho riso,sono rimasta a bocca aperta,ho avuto momenti di riflessione insieme al protagonista,insomma accalappiata  ho divorato le pagine.
Il punto principale di questo racconto è sicuramente la mente del protagonista Leroy(fantastico)quanto l'ho amato,uomo ferito che cerca di dare un senso alla propria vita, spronato dall'amico collega Andy(anche questo personaggio favoloso che mi ha fatto morire dal ridere)in senso positivo naturalmente proprio perchè simpatico e leale.Insieme questi due sono una coppia tanto opposta quanto perfetta.

"<<Andy io ti voglio bene ma se continui così,presto io e i tuoi cari saremo in circolo su un bel prato verde a ricordare un simpatico aneddoto su quanto bravo e carino fosse il nostro simpatico amico leggermente sovrappeso.Scusami,non volevo offenderti ma tu non collabori.>>"

In questa storia come vi ho detto sopra, il punto focale è Leroy,quindi la ricerca dell'assassino passa un pò in secondo piano,ma non pensate che per questo sia meno da shock la scoperta...basta non continuo perchè rischio di svelare troppo,non mi resta che consigliarvi la lettura e conoscere meglio questo autore di cui sentiremo sicuramente parlare ancora!!


                  VOTO 💥💥💥💥 SU 5

Nessun commento: