mercoledì 17 maggio 2017

INTERVISTA ALLA CASA EDITRICE LETTERE ANIMATE

Ed eccovi un'altra interessante intervista,con noi la casa editrice LETTERE ANIMATE....





1-La storia di Lettere Animate,com'è nata,chi la compone?

Lettere Animate è stata acquisita da 2 anni da Borè srl gruppo editoriale che è proprietaria dei marchi Youcanprint.it selfpublishing e Libellula Edizioni editoria universitaria.

2-Come scegliete un libro,cosa deve avere per catturare la vostra attenzione?

Abbiamo un gruppo di selezionatori





3-Che rapporto avete con gli scrittori della vostra squadra,difetti e pregi ,c'è qualcosa che cambiereste?

Abbiamo un gruppo facebook privato, chiuso, solo per autori di Lettere Animate, ci teniamo molto e curiamo molto i rapporti, sebbene siano tutti virtuali, cerchiamo in tutti i modi di non lasciare indietro nessuno, offriamo sempre il massimo supporto e diamo disponibilità ad ogni modalità di supporto.

4-Che consigli vi sentite di dare ad un piccola casa editrice che vuole crescere? 

Anche noi siamo una piccola casa editrice. Il consiglio che posso dare ai nostri colleghi è quello di puntare sempre di più alla qualità, alla lunga, paga.

5-Cosa bisogna fare per intraprendere questo lavoro?

Credo che l'errore più comune sia quello di pensare che fare editoria significhi solo pubblicare libri (cosa abbastanza facile da fare oggi) e per questo motivo vedo molta improvvisazione, il mio consiglio è quello di studiare, fare dei corsi o delle scuole ad hoc dedicate all'editoria, ce ne sono tanti, e per tutte le tasche.

6--Cosa ne pensate di blog e relativi blogger,che rapporti avete?

Sono convinto che il proliferare di blogger che parlano di libri, che fanno recensioni, give-away, che parlano delle case editrici senza preferenza o sudditanza verso le maggiori più conosciute sia un bene. Se un libro piace lo scrivono, se un libro piace così e così anche, mi piace molto la loro libertà espressiva, noi collaboriamo molto con tantissimi blog e abbiamo un ottimo rapporto con loro.

7-Rispetto al passato molte statistiche danno la lettura in declino,cosa ne pensate è vero?

Non sono totalmente d'accordo con questo, è vero che in Italia si legge poco in generale, ma teniamo sempre a mente che i dati di vendite libri, di download di ebook ecc... non contemplano mai Amazon che non rilascia dati in merito, e credo, che questo debba fare riflettere, manca una grossissima fetta di mercato sulla quale non abbiamo informazioni e che potrebbe cambiare di netto le statistiche, secondo me.

8-Recensioni,cosa ne pensate,come vi comportate verso quelle negative?

Preferisco non commentare su questo.

Donato Corvaglia
Direttore Editoriale







Nessun commento: