mercoledì 10 maggio 2017

INTERVISTA AD ANDREA ROMANATO




1-Chi è Andrea nella vita reale?Come ti descriveresti?

È un ragazzo geniale dal quoziente intellettivo molto alto, dalla spiccata padronanza della lingua italiana e da un senso della trama costruttivo e per nulla noioso...
Eh, volevi!? E invece no.
Sono un ragazzo normalissimo a cui piace uscire (quando ha tempo), vedere film, leggere fumetti e manga e seguire serie tv, oltre a scrivere e inventare storie ovviamente.

2-E Andrea scrittore,cambia o la medesima persona?

È la stessa persona della vita reale solo più sadica, contorta, e molto probabilmente un serial killer infallibile (tanto uccido solo personaggi inventati). Insomma il me scrittore abita nel lato oscuro della mia mente e, per fortuna, sulla carta riesce a sfogarsi.

3-Com'è iniziata la tua avventura da scrittore?è una passione che hai da sempre o è nata con il tempo?

In realtà mi piace inventare trame da quando ero piccolo. In quel periodo non avevo amici e di conseguenza durante le vicende di quelle storie sono anche maturato come persona.
Poi tra i professori ignoranti e genitori totalmente stupidi (aggrappati ai soldi e non ai sogni del loro figlio) alla fine mi sono deciso e ho iniziato a scrivere per conto mio senza avere parei altrui.


 4-Che difficoltà stai trovando come scrittore emergente?Cosa vorresti cambiasse in questo senso?

L'unica difficoltà che ho trovato è quella delle persone che non leggono, nemmeno le bozze che posto sul mio blog (che significa letteralmente che hanno la possibilità di leggere i miei romanzi gratis, ma a nessuno interessa). Mi piacerebbe avere più lettori sul blog e sullo store di Amazon dove ho pubblicato i miei libri.

5-Ora parliamo dei tuoi libri,come sono nati? da cosa o chi hai preso l'ispirazione?

Sono nati da un'idea, ovviamente. E l'idea era "inizio e vediamo dove finisce" e alla fine avevo già concluso il primo libro. Ho lasciato volontariamente molte cose in sospeso perché ho pensato "Una persona non può sapere tutto e subito di un mondo" e visto che tutti i libri che scrivo sono in prima persona mi sembrava una buona idea. Ma tutti quelli che hanno letto dicono che non approfondisco. Insomma per scoprire altre informazioni sul mondo delle streghe i lettori devono continuare a leggere. Mi spiace ma non c'è altra soluzione.
Per quanto riguarda l'ispirazione ho dato fondo ai fumetti, libri, film, manga, anime e serie che mi sono più piaciuti, infatti ci sono tantissimi riferimenti a queste cose nascosti in tutti i testi. Per quanto riguarda la struttura della saga è in pratica quella dei fumetti della Marvel Comics e Dectetive Comics con un mondo unico e personaggi ed eventi differenti ma collegai alla stessa storyline.

6-C'è qualcosa che cambieresti nelle tue storie?

No nulla. Forse vorrei avere più esperienza e più lettori per sentire le loro impressioni o i loro commenti così da aiutarmi anche nella stesura della trama.

 7-Quale tra i tuoi personaggi ami di più e quale meno?Ce li presenti?

Amo tantissimo Evaline, è una ragazza forte e intelligente che si sacrifica per dare al protagonista una possibilità di vivere la vita che ha sempre sognato.
Quello più odiato invece è quello di Valentine che risulta da subito una stronza. Però allo stesso tempo la adoro perché ha i suoi buoni motivi per agire così (no spoiler)

8-Se ti chiedessero di portare al cinema la tua storia,quali attori vedresti nei panni dei tuoi personaggi?

Rifiuterei di portarlo al cinema perché non riuscirebbero a ricreare quello che ho in mente nemmeno con undici film (la sfrecciatina a Star Wars ci sta, visto che hanno mandato alla malora decenni di fumetti e romanzi con un solo film :P ).

9-Hai altri lavori nel cassetto?

Ho appena iniziato. Muahahahahahahahahahahahahahaha. Sto già scrivendo il terzo che sarà un Oneshot su Thessa Morgan, poi ci sarà uno Spinoff su Kaileena Mine, dopo ancora un altro Spinoff su Tiffany Sanders, e poi sicuramente un Sequel della trama principale.

10-Che genere di libri leggi?preferisci italiani o stranieri?

Tutti i generi e di tutti gli autori purché sia scritto in italiano e non i dialetto o in lingua straniera.

11-Autori o autrici che più ami?

Arthur Conan Doyle, Giorge R. R. Martin (prima che ci fosse la serie tv), Tolkien (da prima dei film) e i fumetti della marvel e della D.C.

12-Scriveresti mai un libro a quattro mani?con chi?

Sinceramente, no. Ho uno stile troppo personalizzato, che poi non è nemmeno uno stile, devo ancora migliorare tantissimo in quel senso.

13-Scriveresti un altro genere,se si quale?

Già la saga di Lonely Souls è costellata di generi diversi nonostante rimanga un Urban fantasy. Scrivo quello che mi sento, quando me lo sento.

Nessun commento: