mercoledì 31 maggio 2017

I RAGAZZI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI TRENZANO

Eccoli tornati i Ragazzi della scuola primaria di Trenzano,mi hanno mandato il loro racconto sulla giornata organizzata da alcune insegnanti,in cui ancora una volta i libri sono stati protagonisti.


Per iniziare Mattia ci spiega un pò come si è svolta questa"caccia al libro"

UNA CACCIA NON AL TESORO,MA AL LIBRO!!

Il 20/05 presso la Scuola primaria di Trenzano in provincia di Brescia,si è svolta una caccia al libro.Gli scolari si sono recati all'interno delle proprie classi dove è stato spiegato loro il gioco,e sono stati divisi in squadre in base ai nomi degli autori.
le dieci squadre sono partite contemporaneamente:solo due bambini hanno potuto dirigersi verso la mensa per ritirare il primo indizio.
in ogni squadra erano presenti almeno un genitore e un' insegnante,per aiutare i bambini nelle numerose sfide,dove ognuna dava diritto ad un nuovo indizio ed a una parte del testo da comporre nel finale di gioco.
Infatti nell'ultima sfida servendoci di tutti gli indizi,ogni squadra doveva scrivere ed inventare una storia.Ogni testo è stato consegnato e valutato dalla giuria composta da:
il bibliotecario del nostro paese,alcuni insegnanti e un'inserviente della scuola.
Alla fine è stato proclamato il vincitore e  sono stati consegnati i premi a ogni membro della squadra(libri naturalmente).
Lo scopo di questa "caccia"è stato quello di avvicinare i ragazzi alla lettura,che è un mondo fantastico!!

Ed eccovi il testo della squadra vincitrice:

L'AVVENTURA DI GIGI

Una notte di tanti anni fa,Gigi non riusciva proprio a prender sonno:si rotolava e si sentiva agitato perchè il giorno dopo avrebbe compiuto 5 anni.
Finalmente dopo ben tre camomille si addormentò.All'improvviso,nel cuore della notte,la portafinestra si spalancò,il letto traballò,si sollevò e fluttuando uscì dalla camera.
gigi di colpo si svegliò e si trovò a volare proprio sulla sua casa,e benchè fosse un bambino molto coraggioso,per un pelo non se la fece addosso.Arrivato sopra l'oceano,il letto iniziò a planare e ben presto Gigi si ritrovò in mare aperto a navigare.
Dopo poco fu grande il terrore,quando vedendo che il letto e le coperte si stavano imbevendo d'acqua e capì che di lì a poco sarebbe affondato.
Mentre già disperava,vide poco lontano una canoa,con una papera che cantava allegra una canzone(forse era" il ballo del qua qua").Gigi sentiva nascere in lui un sentimento di prepotenza mai provato prima:Quella canoa doveva essere sua a tutti i costi!!!
Con un balzo saltò sull'imbarcazione e la povera Papera fu sbalzata in mezzo alle onde.
Quando pensava di essere ormai salvo,scoppiò una terribile tempesta,e la canoa che aveva sottratto,si capovolse.A quel punto il fondale marino tremò ed emerse un'enorme pietra che iniziò a parlare:"<<Gigi, non hai avuto rispetto per la papera!Sono molto delusa!Se vuoi salvarti aggrappandoti a me,dovrai recuperare la povera bestiola che sta per affogare,e portarla qui>>"
La pietra magica si ritirò...Il bambino vide la papera poco lontano e nuotando a cagnolino,la raggiunse.Di nuovo il fondale tremò e i due si misero in salvo sullo scoglio riemerso.Drin-Drin...Gigi tutto sudato si svegliò e si accorse,sollevato, che si trattava solo di un sogno.Giurò a se stesso che da quel momento in poi,avrebbe sempre avuto rispetto per tutte le creature.

Che dite vi è piaciuto?quel che è certo è che è bellissimo dove la fantasia di questi ragazzi li ha portati....Alla prossima...

Nessun commento: