martedì 23 maggio 2017

Alla scoperta delle biblioteche più originali e belle al mondo....

Oggi mi sono messa a spulciare su internet e ho pensato di presentarvi alcune librerie tra le più originali e a volte anche bizzarre,sparse per il mondo,pronti?Via andiamo a curiosare....

“Word on the water”, a Londra, è una vera e propria libreria galleggiante: ad ospitarla è infatti una piccola imbarcazione sulla quale si può salire a bordo e scorrere attraverso una discreta selezione di titoli (oltre a fare amicizia con i gattini dei proprietari). Oppure, si può rimanere sulla terra ferma e assistere alle letture di poesia o ascoltare i gruppi che si esibiscono sul tetto della barca con la loro musica, live.



Cercare un libro in una chiesa domenicana del XIII secolo è un’esperienza che si può avere soltanto al “Boekhandel Dominicanen” di Maastricht, Olanda. Il miscuglio di architettura in puro stile gotico e l’arredamento moderno rende l’esperienza di lettura ancora più singolare.



La “Livraria Cultura” di San Paolo, Brasile, oltre ad essere la più grossa libreria di tutto il paese, è anche un luogo adatto ai bambini, visti i numerosi spazi a loro dedicati nella struttura. Al suo interno, enormi statue di draghi su cui però è possibile giocare, rilassanti zone ‘lounge’ e quattro piani colmi di scaffali pieni di libri tra cui scegliere.


Tutta italiana la “Libreria Acqua Alta”Venezia, una delle librerie più originali e memorabili del globo. Il negozio in sé è piccolo, intimo, pieno di volumi che sgorgano da gondole, barche e barchette. Durante la lettura ci si può immergere i piedi nel canale, o percorrere i gradini di una scalinata tutta fatta di libri.


La “Librería El Ateneo” è ricchissima di stupefacenti dettagli architettonici, semplicemente perché si tratta di un vecchio teatro adibito a casa del sapere. Gli affreschi, le sontuose tende rosse, le sculture ornamentali acquisiscono nuova identità, soprattutto se in sottofondo, ad accompagnare la vostra selezione di libri è la musica di un pianoforte.



Il “Cook & Book” di Bruxelles è una via di mezzo tra una libreria e un caffè, sicuramente un posto dal quale vale la pena passare se ci si trova nei dintorni. Il negozio è suddiviso in 9 ambienti, una diversa sezione per ogni stanza (ad esempio, musica, fiction, libri per i bambini, viaggi, romanzi grafici). La cosa più interessante è però che ogni reparto ha un suo proprio stile di arredamento, unico e differente da quello delle altre sezioni. A mo’ di esempio, il reparto dedicato alla letteratura inglese somiglia a un pub.






Fondato nel 1825, il “Brattle Book Shop” di Boston è una delle più grandi librerie antiquarie degli Stati Uniti. Con le sue bancarelle caratteristicamente posizionate all’esterno, si attesta come uno dei negozi di libri più originali in assoluto.

Dall’esterno puoi anche non notarla, vista la sua facciata assolutamente modesta, ma al suo interno, la “Livraria Lello” a Porto, Portogallo, vi stupirà col suo caldo legno scuro con cui è interamente realizzata, l’ampia scalinata che conduce a un secondo piano tappezzato di vetrate colorate e scaffali pieni di libri che arrivano sino al soffitto. Una delle librerie più antiche del Portogallo.




Altra libreria di Bruxelles, la “Librairie Ptyx” rappresenta un evidente monumento alla letteratura ancora prima che mettiate piede al suo interno. I titoli sono accuratamente selezionati e le pareti sono (così come quella esterna) ricoperte di omaggi ai grandi della letteratura mondiale.

Tutto quello che che si può fare al suo interno, come bere mojitos, mangiare e, ovviamente, leggere, diventa un’esperienza unica nel suo genere nella “Cafebrería El Péndulo”Città del Messico. Inoltre, i tavoli posti all’esterno, l’abbondante luce naturale e la vegetazione presente persino al suo interno contribuiscono a farvi sentire come se non vi trovaste affatto in una libreria.

Questa libreria è il tempio dei lettori di tutto il mondo. Non particolarmente grande, di fronte alla Senna e nei pressi del Quartiere Latino, è la meta per gli amanti dei libri, il luogo dove poter acquistare libri che si desideravano anche prima di conoscerne l’esistenza.

A Roma di librerie ce ne sono molte. La maggior parte sono suggestivi centri propulsori di arte e letteratura contemporanea. Tra quelle che colpiscono per architettura, design e catalogo c’è la libreria e caffetteria “Book a Bar” all’interno del Palazzo delle esposizioni.


A New York che con i libri, e gli scrittori, ha una relazione stabilmente in evoluzione, negli ultimi tempi la tendenza letteraria è rappresentata dalle librerie all’aria aperta (reading room) di Braynt Park attaccate alla Public Library: uno spettacolo con i banchetti del book sharing e le presentazioni all’aperto. 



Ogni libreria assomiglia alle storie che contiene e alla Storia a cui appartiene. Se ci si chiede quale sia la libreria ideale, la prima risposta che viene in mente è “quella che ci assomiglia di più”. Per struttura, collocazione, catalogo, scelta del personale, programmazione.  Le librerie, sparse per il mondo, sono luoghi sacri da scoprire, visitare e saccheggiare fino all’ultima pagina. 


Nessun commento: